Special Projects
Re-Nylon #2 - Cameroon

Prada Re-Nylon #2 - Cameroon

Attraverso cinque continenti via terra e via mare, Re-Nylon, la nuova e pioneristica iniziativa Prada per la sostenibilità promuove e sviluppa una catena di produzione ciclica e rinnovabile, che conduce alla creazione del nylon rigenerato ECONYL® a partire da materiali e prodotti di scarto.

I processi articolati e le storie affascinanti dietro a questo programma sono descritti in una straordinaria serie di cortometraggi dedicati, What We Carry, prodotta da National Geographic con un gruppo di ‘reporter’ per Prada, attivisti internazionali ed esploratori di National Geographic.

Nel secondo episodio, seguiamo Adut Akech Bior, modella australiana, originaria del Sud Sudan, e ‘reporter’ per Prada e Joe Cutler, esploratore National Geographic e ambientalista impegnato nella difesa delle acque dolci, nel loro viaggio verso il lago Ossa in Camerun, mentre conversano con esperti locali e osservano un altro anello della filiera trasparente di Prada Re-Nylon. La colonna sonora del film è costruita intorno alla registrazione della voce del presidente di una delle comunità territoriali del lago Ossa.

image card
prnux_go_to_close
/

Uno dei laghi più grandi del Paese, con una superficie che supera i 4000 ettari, il lago Ossa è l’habitat naturale di una moltitudine di specie e rappresenta il 90% della Riserva costituita del 1968. Fornisce anche un sostentamento vitale per le comunità dei dintorni e, tuttavia, proprio per questo motivo, per decenni nelle sue acque sono state abbandonate centinaia di reti da pesca usate, che intasano gli ecosistemi e possono risultare letali per piante e animali.

Per porre rimedio a questa situazione, le comunità ora lavorano con Net-Work, un progetto sostenuto dalla Zoological Society di Londra che mira a recuperare le reti dal lago Ossa. 
A oggi ne sono state estratte oltre sei tonnellate, destinate a essere rivendute, innescando così un nuovo e prezioso flusso di reddito a beneficio dell’economia locale. 

Queste reti, insieme ad altri rifiuti, vengono poi riciclate, depolimerizzate e trasformate dal produttore di filati tessili Aquafil nel nylon rigenerato ECONYL®, utilizzato per realizzare il tessuto di nylon rigenerato Prada e creare i sei modelli della capsule collection Re-Nylon.

Con l’utilizzo del filo rigenerato ECONYL® prodotto dalla combinazione di molte fonti – interamente riciclate e nuovamente riciclabili all’infinito – Prada Re-Nylon riflette le mutate sensibilità e preoccupazioni di una nuova generazione, un nuovo mondo. Pone l’accento sul potere intrinseco delle decisioni individuali di fare la differenza – e sul fatto che le cose che portiamo hanno un’importanza reale.

Prada Re-Nylon reinventa il concetto di “classico senza tempo”.

Re-Nylon rappresenta per Prada un ulteriore passo verso la sostenibilità: l’obiettivo è trasformare in nylon ECONYL® tutti i capi e gli accessori Prada entro la fine del 2021. Il progetto riflette l’impegno del Gruppo Prada nella promozione di una cultura aziendale che aspira a equilibri sostenibili, integra nell’agire di impresa quotidiano il concetto di ritorno di valore per la società.

Il prodotto nasce dall’incontro tra Prada e l’azienda Aquafil, che produce ECONYL®, un filo di nylon realizzato con rifiuti di plastica recuperati negli oceani, come reti da pesca, o destinati alle discariche come scarti di fibre tessili e vecchi tappeti, che vengono rigenerati. Attraverso un processo di depolimerizzazione e ripolimerizzazione, il filato ECONYL® può essere riciclato all’infinito senza mai perdere qualità.

A sottolineare l’importanza della consapevolezza e della responsabilità ambientale, una percentuale del ricavato dalla vendita della capsule collection Prada Re-Nylon sarà devoluta a favore di progetti per la sostenibilità ambientale.

Prada in collaborazione con UNESCO svilupperà attività educative rivolte a studenti in diverse parti del mondo, un programma didattico capace di ispirare i ragazzi più giovani attraverso temi cruciali come l’inquinamento causato dalla plastica e l’economia circolare. Fondato su due concetti chiave – imparare e agire –, l’esito del progetto sarà una campagna di sensibilizzazione ideata dagli stessi studenti.

Content Partner
National Geographic

Scopri Gli Altri Episodi

image card

#1 - Arizona

image card

#3 - New Zealand

image card

#4 - China

image card

#5 - Slovenia